DA “LA GAZZETTA DEL SUD”

18 01 2008

Per una notte il pubblico del teatro “Francesco Cilea”, ha potutorivivere le emozioni sempre intense, trasmesse dal cinema di Federico Fellini. Grazie alla compagnia di danza contemporanea “Anima Libera”.
E’ stato possibile infatti, ripercorrere alcuni fra i più noti capolavori nati dal genio riminese.

Lo spettacolo “Fellini. “In punta di piedi”, nato dalla collaborazione tra l’assessorato al Turismo della Regione e l’assessorato allo Spettacolo del Comune, retto da Enzo Sidari, è stato un mix elegante e sensuale, di danza e teatro, in grado di coinvolgere emotivamente, tutto il pubblico presente in sala.
Uno scorrere ininterrotto di immagini, ricordi, istantanee indelebili nella memoria di chiunque ami il cinema e con esso, uno dei suoi massimi rappresentanti. 

Si apre così il sipario, su uno spettacolo che sin dai primissimi istanti, ha carpito la curiosità di quanti erano abituati ad ammirare i film di Fellini, solo su grande schermo. Particolarmente riuscita, l’interpretazione dei danzatori/attori, magistralmente guidati dalla coreografia e dalla regia di Sabrina Camera. Tanti sono stati i personaggi storici divenuti immortali nelle indimenticabili pellicole felliniane, rivisitati dalla Compagnia Anima libera.
Dalla “Gradisca”, alla “Volpina” sino all’indifesa “Cabiria” resa celebre dall’interpretazione di Giulietta Masina, attraverso le visionarie e magiche atmosfere di “Amarcord” e “La dolce vita”, tutto lo spettacolo è un continuo viaggio nella memoria di alcuni fra i più importanti capolavori del cinema mondiale.

«L’ispirazione del nostro lavoro – ha spiegato al termine della serata la regista-coreografa Sabrina Camera, a cui il pubblico del Cilea ha tributato un lungo applauso – ci è stata fornita direttamente dai film di Fellini, su cui abbiamo svolto una vera e propria ricerca, soprattutto su quelli più famosi come Le Notti di Cabiria, Otto ½, Amarcord».
La Camera riavvolge il nastro e spiega come è nata l’idea dello spettacoloe come è stato poi messo in scena.
«Prima ancora di iniziare con i ragazzi, è partito un lavoro a tavolino, cercando di immaginare tutte le scene senza però pensare solamente alla danza, ma anche ad un tipo di teatro, in cui si potesse cioè, raccontare attraverso il corpo l’opera cinematografica del maestro Fellini».

Un mix che abbraccia le diverse forme attraverso cui l’arte viene rappresentata sul palcoscenico, con un’attenzione speciale per la danza, infatti spiega la Camera: «Per la danza ho cercato di lavorare molto sull’aspetto istintivo e sull’improvvisazione e alla fine in sala prove quasi magicamente, sembrava che i passi venissero fuori da soli». «L’opera cinematografica di Fellini – ha aggiunto la docente di danza contemporanea – con il suo coraggio, la sua stravaganza, i suoi personaggi femminili così particolari, rispecchia a pieno quella che è la mia sensibilità di sceneggiatrice».


Azioni

Information

2 responses

18 01 2008
Fiore

Ma non ci sono esibizioni nel nord Italia?
Una registrazione?
Insomma, qualcosa che si possa vedere?

18 01 2008
axelmanhattan

C’è un video su Youtube.

Si arriva anche dal sito della Compagnia
http://www.animalibera.ea23.com

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: